Vai a sottomenu e altri contenuti

Stagione teatrale 2019/2020 Teatro San Bartolomeo Meana Sardo

Data pubblicazione on line: 06/12/2019 Data scadenza: 18/04/2020

La stagione teatrale Cedac 2019/2020 Teatro San Bartolomeo Meana Sardo

Sul palco del Teatro San Bartolomeo di Meana Sardo si alza il sipario sulla stagione teatrale 2019/2020, il cartellone ospiterà 5 spettacoli.

Si comincia sabato 16 dicembre 2019 con la comicità spumeggiante di 'Le Sommelier', una ''degustazione ad alto tasso di comicità'', uno speciale ironico omaggio alla moderna cultura del vino. Una pièce divertente e coinvolgente ispirata alla bevanda di Bacco, per ricordarci che - come diceva Luigi Veronelli - ''Il vino è il canto della terra verso il cielo''.

Il nuovo anno inaugura il teatro sabato 25 gennaio 2020 con 'Scrittori da palco', una specie di cabaret letterario, una serata di racconti e musica, ballate e deliri narrativi: uno spettacolo di letteratura da palcoscenico in chiave semiseria, ironica, irriverente, romantica, comica e nostalgica.

Il 15 febbraio 2020, andrà in scena lo spettacolo ''Animalesse'', raffinata antologia di ''storie di animali in prosa, in poesia, in musica''. Una pièce divertente in cui gatte, topastre, asine, scarafaggette, bestiole, bestiacce e bestioline parlano allegramente e si raccontano in tutta libertà. Un delizioso bestiario affidato al talento istrionico di un'artista capace di dar corpo e voce alle creature dell'immaginario.

Un'altro appuntamento l'11 marzo 2020 con 'Lucido' una commedia nera incentrata sul nodo delle passioni e sulla fragilità dei legami e degli affetti, in cui una richiesta stravagante rompe gli equilibri e mette a nudo antichi rancori e questioni irrisolte. Dopo quindici anni di assenza Lucrezia torna a reclamare il rene che da bambina aveva donato al fratello minore Luca: un organo in ''prestito'' che ora potrebbe salvare suo marito, ma la cui ipotetica ''restituzione'' significherebbe la morte del fratello, in una sorta di ''sacrificio'', per una trama grottesca e paradossale e un ironico affresco della società. La trattativa sarà da incubo. La lucidità decisamente sporadica e continui colpi di scena modificheranno la trama e le vere motivazioni dei personaggi.

Chiuderà la rassegna teatrale lo spettacolo ''La pianista perfetta'', sabato 18 aprile 2020. 'La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l'arte.'' Così Clara Schumann descrive la sua vocazione più profonda, quella per la musica. Clara diventa sin da giovanissima concertista di fama mondiale: la più grande pianista dell'ottocento ma anche una donna coraggiosa, intellettuale, madre affettuosa e innamorata. Ed è proprio l'amore che permea nella sua musica, l'amore per la vita e l'amore per suo marito, compositore e figura di spicco del romanticismo tedesco. Un amore tormentato ma profondissimo quello tra Clara e Robert che trova il suo triste epilogo quando una malattia sopraggiunge a consumare le capacità intellettive di lui, fino a portarlo lentamente a spegnersi. E saranno le cinque linee del pentagramma il rifugio di Clara, le note saneranno le ferite del suo cuore e quell'armonica successione di tasti bianchi e neri darà conforto a questa grande donna che donerà alla musica tutta se stessa, che continuerà a lavorare dopo la morte del marito per diffondere la sua musica.

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Spettacoli stagione teatrale Formato pdf 356 kb
Spettacoli stagione teatrale Formato pdf 493 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Sportello Unico per le Attività Produttive
Referente: Antonio Giuseppe Demuru
Indirizzo: Piazza IV Novembre, 08030 Meana Sardo (NU)
Telefono: 078464362  
Fax: 078464203  
Email: suap@comunemeanasardo.it
Email certificata: suap@pec.comune.meanasardo.nu.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto